top of page

sab 15 lug

|

Carona

Pomi D'oro

Per visitare la mostra durante la settimana si prega di contattare G. Pennisi al seguente n. 078 975 11 40 per il sabato e la domenica dalle 15.00 alle 18.00 aperta fino al 6 agosto 2023

Galleria della Loggia 2023
Scopri gli altri eventi
Pomi D'oro
Pomi D'oro

Orario & Sede

15 lug 2023, 18:00 CEST – 06 ago 2023, 18:00 CEST

Carona, Galleria della Loggia Piazza della Chiesa, 6914 Carona

Info sull'evento

Per visitare la mostra durante la settimana

si prega di contattare G. Pennisi al seguente n. 078 975 11 40

per il sabato e la domenica aperta dalle 15.00 alle 18.00

aperta fino al 6 agosto 2023

Pomi d’oro è un campionario botanico emozionale, che celebra il frutto per antonomasia, la mela. Una ventina di scatti stampati su vetro in cui sono rappresentate in primo piano diverse varietà di pomi rossi, gialli e verdi, che con i loro toni caldi e solari, emergono da sfondi per di più scuri e sfumati. Le foto di fili di paglia, di una farfalla, di un grande albero di melo, di uno scorcio di montagna, e altro ancora completano questa ricca frutteria in una lode alle meraviglie della terra. Incastonate in grosse e antiche cornici, le fotografie di Pennisi richiamano la solennità figurativa della pittura, un linguaggio che l’artista ha lungamente ammirato durante la sua carriera, in cui ha fotografato per le più prestigiose fondazioni museali i grandi capolavori dell’arte pittorica europea e mondiale. Pomi d’oro rappresenta una sintesi della ricerca fotografica di Pennisi che lavora sulla luce e le forme, unendo le tecniche della tradizione con quelle più sperimentali. La stampa su vetro con fondo oro spinge questa ricerca oltre l'oggetto visivo e coinvolge il visitatore che potrà vedere come la variazione della luce modifica il rapporto tra forma, tono e colore sui nostri pomi, immersi in un'atmosfera irreale. Pomi d’oro è un luogo dell’anima di Pennisi, a cui l’uomo, l’artista e l’amata natura della sua terra appartengono. Sono fotografie che non nascono dall’obiettivo ma dalle emozioni, che l’artista con il suo sguardo intimo e religioso ci conduce a condividere. I suoi pomi, selezionati tra le antiche varietà di mele della Capriasca, sono tutt'altro che nature morte. Con tutto il loro splendore e le loro imperfezioni, la loro sacralità e la loro caducità, sono nature vive, anzi vivissime, da salvaguardare e contemplare.

Giuseppe Pennisi nasce a Bronte, piccolo paese sulle pendici del vulcano Etna, nel 1955.

 Nel 1973 consegue il diploma federale di fotografo.

Per oltre un ventennio è fotografo ufficiale della prestigiosa Fondazione Thyssen-Bornemisza

Per 8 anni è stato docente di fotografia statica presso il CISA ( Centro Internazionale di Scienze Audiovisive)

Dal 2000 al 2015 dirige il dipartimento fotografico del progetto Arounder basato sulla fotografia panoramica e navigabile. Sviluppa e realizza progetti per la promozione del territorio con enti pubblici e turistici in Europa, Nord Africa e Cina. Nel 2016 confonda il progetto Kimage.ch

Condividi questo evento

bottom of page